#BBF2019

23/07/2019 – LA GRANGE

opening – 09,00 pm

la grange

La storia de “La Grange” inizia nel novembre del 2006 da una intuizione di Fabio Gagliardo adottato, musicalmente parlando, da un grande armonicista Amburghese di nome Claus Dierks. Brani che vanno da Footprints di Wayne Shorter fino a Manic Depression di Jimi Hendrix, passando dal blues classico di Chicago toccando latin jazz, fusion e funky in uno spettacolo tutto di un fiato con sonorità molto particolari e dinamiche eccezionali…

Fabio “La Grange” Gagliardo chitarra e voce, al basso Luca Di Caprio bassista di ottimo spessore, alla batteria Fabio Rotondo batterista che ha calcato i migliori palchi italiani, al sax Emilio Silva Bedmar sassofonista dalle note capacita molto conosciuto negli ambienti jazz e blues di tutta Europa.

23/07/2019 – SHANNA WATERSTOWN

shanna waterstown

Shanna Waterstown è considerata una delle più interessanti voci blues femminili degli ultimi anni. Nata nel Sud degli Stati Uniti, è cresciuta nelle “churches” della sua città cantando prevalentemente gospel, per poi trasferirsi a New York, poco più che adolescente. In quel nuovo contesto entra a contatto con il jazz e il musical.

Queste nuove espressioni musicali uniti ad alcuni fortunati tour ln giro per il mondo con artisti del calibro di Buddy Guy la portano ad avvicinarsi sempre più a Parigi, città che nel giro di pochi anni diventerà la sua nuova sede abitativa.

Il suo ultimo lavoro discografico, Inside My Blues, ha incontrato il parere più che favorevole di pubblico ed addetti ai lavori che l’hanno consacrata all’unanimità come la voce più autorevole della nuova scena mondiale. La sua band è composta da musicisti di consolidata esperienza che vantano collaborazioni di prestigio con artisti dell’ambiente Rock, Blues, Soul, Funky internazionale.

24/07/2019 – MANDOLIN BLUES

opening – 09,00 pm

mandolin blues

Dopo il successo del 2012 torna il “Mandolino Blues” di Lino Muoio con una nuova produzione: Mandolin Blues – The Piano Sessions. Da oltre 20 anni attivo come chitarrista e mandolinista, Lino Muoio figura tra i più rappresentativi musicisti della scena Blues Italiana. Il suo particolare contributo incrocia sonorità della tradizione americana con originali spunti di quella partenopea.

The Piano Sessions mostra la naturale evoluzione del progetto Mandolin Blues ripercorrendo, attraverso l’essenziale dialogo tra mandolino e pianoforte, uno stile vintage con richiami alle sonorità e alle atmosfere degli anni ’20 e ’30 del secolo scorso. La formazione in quartetto, con la voce e il pianoforte del talentuoso veterano del Blues italiano Mario Donatone, assieme allo stile mandolinistico assolutamente
personale di Lino Muoio, danno a questo progetto un carattere di assoluta originalità e lo rendono unico nel panorama musicale Blues italiano ed europeo.

24/07/2019 – MELVIN TAYLOR

melvin taylor

Melvin Taylor è uno dei più grandi chitarristi della storia del rock, del blues e del jazz. Viene spesso definito chitarrista dei chitarristi. Questo maestro autodidatta è stato influenzato da molti pionieri
della chitarra tra cui – Albert King, Jimmy Reed, Wes Montgomery e Jimi Hendrix.
L’abilità di Melvin Taylor è stata riconosciuta da molti dei suoi compagni di chitarra e grandi del rock.

Infatti, è apparso sullo stesso biglietto con Stevie Ray Vaughan, Carlos Santana, George Benson, Buddy Guy e BB King. Melvin può contare tra i suoi fan come Mick Jagger, Patty LaBelle, Joey Alexander e Joe Bonamassa. Melvin si è esibito di fronte a migliaia di fan in tutto il mondo. In effetti, gli appassionati di musica in Argentina, Canada, Cina, Cile, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Norvegia, Polonia, Turchia, Ucraina, Isole Vergini e ovviamente negli Stati Uniti hanno tutti apprezzato il suo stile virtuoso di chitarra, e assoli mozzafiato.

Melvin è un prolifico compositore, straordinario produttore e artista discografico, oltre alle sue straordinarie capacità dal vivo. Il suo amore per la musica traspare mentre attraversa molti generi, mescolando fluidi jazz, blues, rock e stili soul che creano il suo suono unico. Melvin continua a entusiasmare e intrattenere il pubblico in tutto il mondo.

25/07/2019 – FRANCESCO PIU

opening – 09,00 pm

francesco piu

Una miscela esplosiva di blues, funky, rock e soul in chiave acustica. Questa la formula del sound di Francesco Piu, cantante e chitarrista sardo nato nel 1981. Accompagna la propria voce con strumenti quali chitarra acustica, dobro, weissenborn, banjo, lap steel e armonica.
Negli ultimi anni si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del blues italiano ed internazionale.

Ha partecipato ad alcuni tra i più importanti festival del genere (IBC Memphis, Cognac Blues Passions,
Blues To Bop, Blues Sur Seine, Pistoia Blues, Narcao Blues, Magic Blues, Santa Blues de Tenerife,
Blues en Bourgogne, Salaise Blues, Milano Jazzin Festival, Vache De Blues, Schtumm, Trasimeno Blues per citarne alcuni).
Francesco ha avuto l’onore di aprire concerti per grandi artisti quali John Mayall, Johnny Winter, Jimmie Vaughan, Robert Cray, Charlie Musselwhite, The Derek Trucks Band, The Fabulous Thunderbirds. E ancora Doyle Bramhall II, Sonny Landreth, Joe Bonamassa, Larry Carlton, Robben Ford, Albert Lee, Trombone Shorty, Brent Mason, Joe Louis Walker, Eric Sardinas, The Holmes Brothers, Vintage Trouble.

25/07/2019 – NINE-BELOW-ZERO

nine below zero

I Nine-Below-Zero sono la sintesi tra il British Blues, le venature del Punk ed il classico Rhythm ‘n’ Blues.
La band nasce a Londra nel 1977, nel periodo del punk londinese, mescolando al Chicago Blues di
John Mayall e di Sonny Boy Williamson da cui, infatti, scaturisce il nome della formazione. Il primo successo dei NBZ è un disco dal vivo registrato nel giugno del 1980 nel locale londinese “the Marquee”.

Il loro R’n’B ha un sound inconfondibile ed è per questo che la band è stata riconosciuta nella scena del British Blues. Da sempre i NBZ propogono un blues viscerale, tirato, sudato, eccellente, con dei ritmi elettrizzanti, melodie e riff che riportano al Rhythm ‘n’ Blues stile Motown. Leader della band è il
cantante-chitarrista Dennis Greaves, eclettico musicista che si rifà alle sonorità ed ai virtusosimi dei padri del Blues quali Albert King, Freddie King, Muddy Waters, B.B. King. L’armonicista ed anch’egli cantante dei NBZ, Mark Feltham, vince il British Blues Award 2016 per la categoria Harmonica Player of the Year.

L’ultimo lavoro discografico è del 2016, un cd dal titolo “13 Shades Of Blue”. Tredici brani che hanno il merito di accendere i riflettori su alcune composizioni considerate “minori” della gloriosa pagina di storia della musica del XX° secolo, sviluppatasi attraverso sottogeneri come Chicago-Blues, Country-Blues, Cajun, Soul, Funk e celebrata dai NBZ con grande rispetto e naturalezza stilistica.